benvenuto
int2
Laboratorio
industria
ingranaggi

Tesseramento

Requisiti richiesti per la partecipazione ad AICOS ITALIA, Associazione Italiana dei Centri di Orientamento alla Sicurezza.

 

Gli iscritti dovranno essere in possesso dei titoli previsti dalla vigente normativa in tema di “formazione dei formatori” nel campo della sicurezza sui luoghi di lavoro, di quelli relativi ai responsabili e degli addetti ai servizi di prevenzione e protezione, nonché di quelli previsti dalle norme nazionali e regionali che disciplinano la formazione degli alimentaristi.

 

Formatori alla Sicurezza sul Lavoro

 

Il formatore in materia di salute e sicurezza è quel professionista in possesso di competenze utili a gestire il processo educativo in materia di sicurezza sul lavoro (rif.: D. Lgs. n. 81/08 e s.m.i. e del Decreto interministeriale del 6 marzo 2013) e che può dimostrare in modo documentato una consolidata esperienza, in forma continuativa, in qualità di docente-formatore, presso o per conto di Organizzazioni pubbliche e/o private.

 

Obblighi di aggiornamento


Così come previsto dalla normativa vigente, il "formatore-docente" è tenuto, con cadenza triennale, alternativamente, alla frequenza di almeno 24 ore di seminari, convegni specialistici, corsi di aggiornamento (almeno 8 ore) nell’area tematica di competenza organizzati dai soggetti di cui all’art. 32, comma 4 D. Lgs. 81/2008, oppure, ad effettuare almeno 24 ore di docenza nella detta area tematica di competenza. Ulteriori obblighi sono quelli stabiliti dalla singola normativa di settore.

 

Strumenti predisposti per l’accertamento dell’obbligo di aggiornamento professionale


Gli iscritti, dal proprio canto, sono tenuti a dimostrare l’effettivo possesso dei titoli richiesti ai fini della adesione all’Associazione, ciò presentando tutta la documentazione all’uopo necessaria (i.e. certificazioni, attestati, diplomi etc).

 

AICOS ITALIA, Associazione Italiana dei Centri di Orientamento alla Sicurezza, terrà costantemente monitorata la posizione dei singoli iscritti, provvedendo periodicamente a verificare il corso di validità delle certificazioni presentate e a far sì che tutti risultino costantemente aggiornati in tema di formazione ed informazione, grazie alla frequenza di corsi formativi , secondo la normativa vigente.

 

L’iscritto rinvenuto “non in regola” sarà prontamente avvertito ad opera del Consiglio Direttivo dell’Associazione in merito alle irregolarità riscontrate e, in un congruo termine, dovrà quindi provvedere alla regolarizzazione della propria posizione, ai fini del mantenimento dello status di iscritto.